Nasce il “Comitato Promotore del Monumento Naturale di Montecassino”

 

 

Il giorno 11 luglio 2018 nasce a Cassino il “ Comitato Promotore del Monumento Naturale di Montecassino “.

Il comitato muove dall’idea di un gruppo di cittadini di Cassino , di Attivisti in movimento del M5S di Cassino e di altre persone della provincia di Frosinone per dare valore e rispetto alle proprie origini ed al proprio Ambiente, alla propria cultura, ricercando fattivamente la propria identità storica all’interno del proprio territorio, ricco di storia millenaria e Sacrale, in un contesto in cui si conservano numerosi resti archeologici immersi nei percorsi tra Montecassino e Monte Caira, in un ambiente naturale ricco di flora e paesaggistica, segni quali testimoni di un passato di grande rilievo storico e culturale.

Si ricorda che nel 2010 con decreto del Presidente della Regione è stato istituito il Monumento Naturale di Montecassino.

L’area interessata presenta elementi di pregio naturalistico-archeologico che ne hanno suggerito una scelta volta alla sua tutela e valorizzazione oltre che alla salvaguardia e al recupero della memoria storica.

Il Monumento è compreso all’interno del territorio di Cassino, ha una superficie pari a 694 ha, ed è la propaggine meridionale del massiccio di Monte Cairo.

Il suo territorio è caratterizzato dalla presenza di beni di rilevante interesse storico archeologico ricompresi anche nell’area Archeologica del Museo “G. Carrettoni”, rappresentati da un anfiteatro risalente al I secolo a.C., fatto probabilmente costruire dalla matrona romana Ummidia Quadratilla; da un teatro di epoca augustea; un lapidarium; resti di una necropoli di epoca preromana, etc.

L’Abbazia di Montecassino fondata nel 529 da San Benedetto da Norcia, incastonata tra le muraglie in opera poligonali preromane, sorge sul luogo sacro pagano dove in epoca romana sorgevano un’antica torre e ancora precedentemente un tempio dedicato ad Apollo.

A pochi passi si innalza la Rocca Janula, una fortezza posta in posizione sopraelevata e realizzata dall’Abate Aligerno nella seconda metà del secolo X, per difendere l’Abbazia benedettina da possibili attacchi nemici, e da numerosi percorsi di epoca Romana.

Inoltre, ricordiamo che l’intera Area del Monumento Naturale di Montecassino è stata teatro della battaglia di Montecassino durante la II guerra mondiale, quando la città di Cassino e l’Abbazia furono vittime dei bombardamenti degli alleati che rasero al suolo tutta l’area, la battaglia per sconfiggere i tedeschi sulla linea Gustav durò a lungo visto che i soldati erano arroccati sia nell’Abbazia stessa che in tutta la zone per il controllo del territorio .

Il territorio ospita diversi sacrari militari in cui tuttora vengono conservate le spoglie mortali dei militi caduti durante i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, alcuni dei quali, come quello polacco, si trovano all’interno dell’area interessata dal monumento, o comunque, come quello inglese o tedesco, in prossimità del suo perimetro.

Sull’area protetta insistono articolate comunità vegetali ed un bosco sempreverde caratterizzato dalla presenza di specie arboree messe a dimora dagli studenti cassinati in occasione della annuali “Feste dell’Albero”, finalizzate al rimboschimento in seguito ai bombardamenti del secondo conflitto mondiale.

Il Decreto Regionale affidò la gestione del Monumento al “Parco Naturale dei Monti Aurunci”, come detto alla base dell’istituzione del Monumento Naturale di Montecassino vi erano le esigenze di recupero, conservazione e tutela del patrimonio naturalistico e storico-archeologico che connota la realtà cassinate e che le conferisce tratti e peculiarità propri del luogo, la nascita del Comitato Promotore del Mon. Nat. di Montecassino ha come obiettivo l’unico scopo di Tutelare, promuovere e valorizzare le suddette aree di interesse culturale e turistico, per ridare alla popolazione cassinate ed al proprio territorio il giusto rilievo identitario e storico , proponendo una serie di iniziative aperte a tutti, volte alla conoscenza, alla divulgazione ed alla valorizzazione della cultura storica di questi luoghi, oltre ad iniziative di carattere culturale/ ambientale.

Il Comitato è aperto a tutti i cittadini che con le loro idee, competenze e capacita ‘ possono dare un notevole contributo, come risorse umane, al Monumento Naturale ed alla promozione storica/ culturale, ambientale e Turistica del territorio, con un notevole impatto sul tessuto socio-economico in termini di crescita e valorizzazione di una area di interesse di tutta la Comunità Cassinate.

Questa nuova attività svolta dal comitato è stata da subito posta tra quelle alle quali la redazione ed il gruppo “Good Morning Ciociaria (terra dei veleni)” guarda con grande piacere in quanto l’attività del gruppo volge proprio a far luce sul lavoro che i cittadini della provincia di Frosinone svolgono per lo sviluppo del proprio territorio.

Ringraziamo quindi il portavoce del comitato E. Corigliano per averci fornito ogni dettaglio sulle attività svolte e ricordiamo a tutti che a breve nascerà una pagina del sito appositamente dedicata alla cultura ed al turismo dove troverete sicuramente molti dettagli sui nuovi eventi legati a questa materia.

 

 

Montecassino
locandina del primo evento svolto dagli attivisti del comitato

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *