Frosinone, triste primato nazionale di inquinamento aereo, interrogata la regione sui dati epidemiologici

interrogazione m5s lazio frosinone città più inquinata d'Italia
interrogazione m5s lazio frosinone città più inquinata d’Italia

Sono ormai più di dieci anni che i dati confermano il triste primato del capoluogo ciociaro, come la città più inquinata d’italia, tra i mille fattori che contraddistinguono questa casistica accertata attraverso gli studi compiuti dall’a.r.p.a. Lazio e da numerosi altri centri scientifici, quello più chiaramente accertato riguarda l’inquinamento aereo persistente della valle del Sacco.

La confermata caratteristica territoriale riguardante l’inquinamento atmosferico dell’hinterland frusinate non ha però ancora fatto partire dalle amministrazioni tutte a una serie di contromisure necessarie a far diminuire il tasso di molecole nocive nell’aria .

Grazie al lavoro incrociato, tra i portavoce regionali del m5s lazio Davide Barillari e Devid Porrello, ed alcuni attivisti certificati del m5s residenti nel capoluogo, già nel 2015, venne depositata una interrogazione scritta al consiglio regionale relativa alla mancanza dei dati sanitari e statistici sull’incidenza dell’inquinamento sulla salute pubblica dei cittadini residenti nella zona inquinata del frusinate, previsiti nel Piano di risanamento della qualità dell’aria.

cattura
D.Porrello Consigliere M5S Lazio

Giusto per renderci conto dell’importanza di questi dati sull’incidenza delle malattie legate all’inquinamento della zona vale la pena ricordare che già dal lontano 2009, anno in cui divenne operativo il piano di risanamento della qualità dell’aria regionale, nella normativa appositamente adottata allo scopo del risanamento aereo regionale gli studi epidemiologici correlati all’inquinamento, venivano elencati tra le norme di attuazione del piano.

Gli studi di cui sopra dunque rappresentano l’inizio logico degli studi sulle correlazioni tra smog e malattie, senza di questi dati infatti risulterebbe impossibile ricostruire un quadro generale ed effettivo necessario a sua volta a dirigere e costruire le risposte mediche sul campo.

2
D.Barillari Consigliere M5S Lazio

Di seguito l’interrogazione datata 22.12.2015 realizzata allo scopo di richiedere i dati commissionati dal 2009 alla Asl Roma (E), dalla regione Lazio, alla quale purtroppo ancora oggi gli interrogati non hanno saputo rispondere.

Ci sembra giusto ricordare l’impegno dei portavoce che mettendosi a disposizione degli attivisti frusinati hanno politicamente tentato di mettere sulle spine gli uffici designati all’attuazione delle norme del piano del risanamento della qualità dell’aria, cercando di giungere ai risultati dei lavori commissionati dalla regione all’asl romana.

…a nome dei cittadini frusinati e di tutti gli attivisti e simpatizzanti 5 stelle

possiamo garantire che tale sforzo non verrà certo dimenticato e che nessuno mollerà di un centimetro fino alla soluzione di questa vicenda!

int-fr13

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *